contatto orario contatto distribuzione
 
Per info riguardo il centro ISSN, non utilizzare il telefono della
Biblioteca, ma gli appositi moduli al seguente link

Criteri di selezione

I criteri generali di selezione del materiale bibliografico, di qualsiasi natura e supporto, discendono dagli indirizzi di politica documentaria di natura culturale, scientifica, amministrativo/gestionale e logistica, forniti dall’ente. Nell’applicazione di tali criteri alle procedure correnti di acquisizione, conservazione e scarto, si tiene conto delle caratteristiche dei documenti, della maggiore richiesta o del maggiore utilizzo delle diverse tipologie documentarie. 
Tutti i criteri, generali e applicativi, sono dinamici, ovvero aderenti alla situazione istituzionale della biblioteca in evoluzione nel corso del tempo. Sono quindi oggetto di periodiche verifiche o revisioni sia da parte degli organi generali dell’Ente che da parte dell’organismo di gestione della Biblioteca, allo scopo di mantenere la fisionomia del patrimonio bibliografico sempre coerente con le esigenze documentarie dell’istituzione, del mondo accademico e della ricerca.

Durante tali verifiche periodiche del patrimonio, vengono individuate le opere che, non essendo più rispondenti alle esigenze della biblioteca, sono da destinare allo scarto, tenendo principalmente conto:

  • dello stato di conservazione fisica del prodotto editoriale;
  • del costo della sua conservazione futura nel caso il prodotto debba essere soggetto a manutenzione, restauro, backup o migrazione conservativa, ecc.;
  • dello stato di obsolescenza scientifica o culturale dei repertori. Inoltre, si tiene anche conto: del grado di completezza della raccolta o dell’opera, nel caso di esemplari facenti parte di pubblicazioni seriali; del suo effettivo e documentato utilizzo nel tempo; della coerenza con le collezioni della biblioteca o con le esigenze del pubblico di riferimento.

Inoltre, si tiene anche conto:

  • del grado di completezza della raccolta o dell’opera, nel caso di esemplari facenti parte di pubblicazioni seriali;
  • del suo effettivo e documentato utilizzo nel tempo;
  • della coerenza con le collezioni della biblioteca o con le esigenze del pubblico di riferimento.

Criteri applicativi di acquisizione o conservazione (per pubblicazioni edite o diffuse su qualsiasi tipo di supporto fisico, statico ed online)

Tra i criteri che regolano la procedura di acquisizione e conservazione o eventuale scarto delle opere, risultano preminenti quelli di seguito elencati:

  • riconoscimento della scientificità del prodotto editoriale, la cui garanzia di validità scientifica è ottenuta attraverso procedure mirate a stabilirne l’idoneità alla pubblicazione e, contestualmente, coerenza disciplinare dell’opera con i contenuti culturali della biblioteca;
  • individuazione della prevedibile permanenza nel tempo della validità e utilità dell’opera e, contestualmente, coerenza disciplinare dell’opera con i contenuti culturali della biblioteca e disponibilità di spazio fisico per la sua conservazione;
  • sussistenza della copertura economica per l’acquisto continuativo negli anni di opere in continuazione o periodici  e, contestualmente, conferma della coerenza disciplinare delle opere con i contenuti culturali della biblioteca e disponibilità di spazio fisico per la loro conservazione;
  • riconoscimento pubblico dell’autorevolezza culturale dell’autore o dell’editore, ecc., a garanzia dell’utilità o rilievo della loro opera, anche in assenza dei requisiti di scientificità visti sopra (ad es. nel caso di opere scritte con finalità divulgativa da studiosi o scienziati);
  • individuazione di documenti che, pur non strettamente pertinenti al profilo culturale della biblioteca, risultino non facilmente reperibili in altre biblioteche o centri di documentazione presenti sul territorio di riferimento, e che si segnalano per il loro contenuto rilevante o di pubblica utilità;
  • individuazione di opere, anche non strettamente correlate alla fisionomia culturale della biblioteca, delle quali sia comunque sperimentata la pubblica utilità ed il frequente utilizzo da parte dell’utenza istituzionale e non;
  • nella Letteratura Grigia e nel Repository CNR-SOLAR rientrano tra le pubblicazioni scientifiche anche tipologie bibliografico/editoriali, quali  working paper,  preprint, data-set, data base, rapporti tecnici, rapporti di ricerca e  tesi di dottorato, che pur non essendo sempre pubblicate tramite canali editoriali tradizionali o consolidati, rispondono comunque ai requisiti di scientificità visti sopra.

Criteri di non conservazione

La Biblioteca non conserva:

  • le opere non coerenti con il patrimonio documentario della Biblioteca;
  • le opere non rispondenti a nessuno dei requisiti visti nel paragrafo precedente;
  • con alcune eccezioni, gli estratti di articoli contenuti in pubblicazioni e le annate isolate di riviste;
  • con alcune eccezioni, i testi letterari, prosa e poesia, i testi religiosi, di natura devozionale, di riflessione personale;
  • il materiale scolastico;
  • i test di preparazione ai concorsi;
  • le guide turistiche;
  • con alcune eccezioni, le tesi di laurea.

Tali criteri possono applicarsi a tutti i prodotti editoriali, pervenuti ma non richiesti dalla biblioteca stessa, secondo la procedura indicata dall’art. 6 della L. 106/2004, tra cui i prodotti giunti come omaggio/dono ed i prodotti inviati dall’editore, o altro soggetto, con indicazione di “deposito legale” o “diritto di stampa” non on demand.

 

 

 

© 2016 - P.le Aldo Moro, 7 - 00185 ROMA ISNI 0000 0000 8950 0474

Biblioteca Centrale 'G. Marconi'

Il sito utilizza cookie per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l'esperienza dell'utente. Proseguendo la navigazione - senza modificare le impostazioni del browser - accetti di ricevere i cookie. Se non desideri ricevere i cookie, modifica le impostazioni del tuo browser, ma sappi che alcuni servizi potrebbero non funzionare correttamente.